Viaggiare in Istria e Croazia

Per facilitare l'organizzazione del vostro viaggio in Croazia abbiamo raccolto alcune informazioni e risorse utili affinché il vostro viaggio si svolga nel modo più semplice possibile e senza intoppi.

Le circostanze attuali richiedono una pianificazione più attenta e la raccolta di una quantità maggiore di informazioni rispetto a quanto eravamo abituati. Per assistervi in questo processo abbiamo raccolto solo le informazioni più rilevanti e compilato una lista di fonti ufficiali che vi aiuteranno a pianificare il vostro viaggio verso la costa soleggiata dell'Istria meridionale.

Dal 2 giugno 2021 l'ingresso nella Repubblica di Croazia è stato ulteriormente facilitato. Infatti, è possibile entrare in Croazia presentando l'esito negativo al test antigenico per SARS CoV-2.

Ingresso in Croazia

Tutti coloro che entrano nella Repubblica di Croazia da paesi/regioni dell’UE/SEE devono presentare uno dei seguenti documenti:

  • Certificato digitale europeo COVID

  • esito negativo al tampone molecolare o al tampone rapido antigenico per SARS-CoV-2. Nel caso di un tampone antigenico rapido, esso deve risultare nell’Elenco comune di test antigenici rapidi i cui risultati sono reciprocamente riconosciuti dagli Stati membri dell’Unione Europea. In entrambi i casi, il tampone deve essere effettuato nelle 48 ore antecedenti all’ingresso in Croazia;
  • Certificato di vaccinazione per le persone che hanno ricevuto la prima dose di vaccino COVID-19 più di 22 giorni fa
  • se una persona è guarita dal COVID-19 e possiede un certificato medico di guarigione oppure l’esito positivo al tampone molecolare o al tampone antigenico rapido e dopo la guarigione è stata vaccinata con almeno una dosa di vaccino, l’esonero dall’obbligo di presentazione dell’esito negativo al tampone molecolare o al tampone antigenico rapido o di autoisolamento si prolunga fino a cinque (5) mesi dall’amministrazione del vaccino;
  • presentazione dell’esito positivo al tampone molecolare o al tampone antigenico rapido, con il quale si dimostra che la persona interessata ha superato l’infezione da Coronavirus, eseguito nel periodo che va da 180 giorni fino agli 11 giorni prima dell’arrivo alla frontiera, oppure presentando un certificato di avvenuta guarigione rilasciato dal medico;
  • oppure deve sottoporsi ad un test molecolare o antigenico per SARS-CoV-2 immediatamente all’arrivo nella Repubblica di Croazia e rimanere in autoisolamento fino all’esito negativo del tampone.Nel caso in cui non sia possibile effettuare il tampone, è prevista la misura di autoisolamento di dieci (10) giorni.

bambini di età inferiore ai sette anni che viaggiano accompagnati da genitori/tutori sono esentati dalla presentazione dell’esito negativo del tampone o dall'autoisolamento se i genitori/tutori sono negativi al test molecolare o al test rapido, hanno un certificato di vaccinazione oppure un certificato di avvenuta guarigione da COVID-19.

A tutti coloro, a prescindere dalla cittadinanza, che arrivano direttamente dai paesi membri e/o regioni dell’Unione Europea oppure dai paesi membri e/o regioni dello spazio Schengen e dai paesi associati allo spazio Schengen che attualmente sono inseriti nella cosiddetta lista verde del  Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) sarà permesso l’ingresso nella Repubblica di Croazia alle stesse condizioni come prima dell’insorgenza della malattia COVID-19, se non presentano sintomi di malattia e non sono entrati in contatto stretto con una persona positiva.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale del Ministero dell’Interno della Repubblica di Croazia.

EnterCroatia

Viene raccomandato agli ospiti di comunicare l’intenzione di recarsi in Croazia prima della partenza, compilando un modulo pubblicato sul sito ufficiale del Ministero del Turismo della Repubblica di Croazia cliccando EnterCroatia. Compilando il modulo EnterCroatia si facilita e si velocizza l'attraversamento del confine croato e inoltre vengono fornite agli ospiti informazioni sulle misure epidemiologiche in vigore in Croazia.

Re-open EU

Sulla piattaforma web della Commissione europea,  Re-open EU, potete trovare in tempo reale informazioni dettagliate e utili alla pianificazione di viaggi e vacanze.

Tessera europea di assicurazione malattia

I cittadini dell’UE e del SEE (Liechtenstein, Norvegia e Islanda) e di Svizzera che hanno l'assicurazione sanitaria e possiedono la Tessera europea di assicurazione malattia e si ammalano di coronavirus durante un soggiorno temporaneo in Croazia, hanno diritto nella Repubblica di Croazia a tutte le cure mediche da dispensare subito ovvero all'assistenza sanitaria necessaria per curare la predetta malattia, coperte dall'assicurazione sanitaria. Per maggiori dettagli, le persone assicurate possono rivolgersi all'indirizzo mail del Punto di contatto nazionale per l'assistenza sanitaria transfrontaliera – ncp-croatia@hzzo.hr.

Grazie al sistema sanitario pubblico di alta qualità ed elevati standard epidemiologici, Croazia continua ad avere una delle situazioni epidemiologiche migliori dell'UE e il minor numero di casi attivi tra i paesi europei mediterranei. Inoltre, sono state elaborate dettagliatamente le linee guida nel caso di contagio nelle destinazioni turistiche e tutti i lavoratori del settore turistico ne sono a conoscenza.

Cookie policy

To make this website run properly and to improve your experience, we use cookies. For more detailed information, please check our Cookie Policy.

Choice of cookies on this website

Allow or deny the website to use functional and/or advertising cookies described below: