Pomer

Il mare è senza dubbio l'attrazione principale di questo angolo di paradiso. Il suo colore blu intenso nasconde la ricchezza di sapori e aromi che generosamente ci offre da migliaia di anni. La bellezza di questo golfo ed i suoi benefici furono notati già dagli antichi romani, che lo chiamarono Pomoerium e costruirono qui le loro lussuose terme, ville e un porto.

Pomer

Questo antico villaggio di pescatori accoglie i nomadi moderni che vogliono rivivere il Mediterraneo di una volta con i suoi costumi e la sua bellezza. Ancora oggi, qui si coltivano deliziose cozze che vengono cucinate secondo antiche ricette e condite con erbe aromatiche appena raccolte. Un pesce che profuma di mare pulito, servito con olio d'oliva dorato e accompagnato da vino, evoca la ricchezza della natura. Per la sua attrattiva, molti diportisti tornano sempre volentieri al marina di Pomer. Per gli amanti dello sport, Pomer offre varie attività sportive: windsurf, pallavolo, ciclismo e molte altre. Con padroni di casa cordiali, ottimo cibo e vino, una leggera brezza e una quiete disturbata solo dalle onde, Pomer è un luogo che vale davvero la pena visitare e soggiornarvi.

Storia

In epoca preistorica, nei pressi di Pomer si trovava un insediamento fortificato, i cui abitanti costruirono capanne sul luogo dell'odierno villagio di Pomer. Le origini di Pomer risalgono al periodo della dominazione romana e della potente famiglia romana degli Aranum. La chiamarono Pomoerium e costruirono lussuose terme, un acquedotto, ville e impianti per la produzione di olio, vino e prodotti agricoli. Dopo la caduta di Roma, durante il regno dell’Impero Bizantino nel VI secolo, sul sito della villa romana fu costruita una grande basilica paleocristiana. Secondo alcuni documenti, qui furono rinvenuti diversi sarcofagi di pietra. Nel XII secolo vi fu costruita un'abbazia benedettina, poi abbandonata nel XIV secolo. All’epoca questo luogo si chiamava Fontanelle di S. Giovanni per via dell'acqua potabile che a tutt’oggi si trova sulla costa. Nel 1149 Pomer passò sotto il dominio veneziano, dove rimase fino alla fine del XVIII secolo. Guerre e malattie ridussero notevolmente il numero degli abitanti, tanto che alla fine del XVI secolo la zona fu ripopolata da gente proveniente prima da Bologna e poi dai Balcani. All'inizio del XIX secolo Pomer fu per un breve periodo governato dalla Francia, a cui presto subentrò l'impero austro-ungarico, sotto il cui governo Pomer iniziò a svilupparsi. Dopo la prima guerra mondiale, Pomer cadde sotto il dominio italiano, che durò fino all'arrivo dei tedeschi nella seconda guerra mondiale. La fine della guerra segnò la liberazione di Pomer e la sua annessione all'ex Jugoslavia e infine, nel 1991, Pomer divenne parte della Croazia.

DA VISITARE

Chiesa parrocchiale della Visitazione di Maria - del XIV secolo, con il crocifisso in bronzo del XV secolo, la statua della Madonna del XVI secolo e il quadro della Visitazione di Elisabetta del XVII secolo

Chiesa di San Fior- edificio romanico con affreschi del XV secolo

Chiesa di Santa Fosca – con un antico altare barocco, una statua gotica e due campanili, rispettivamente del XV e XVI secolo

Chiesa di San Giovanni - edificio bizantino con prezioso pavimento a mosaico

Sito di S. Andrea - resti di tombe romane e paleocristiane

Antiche Terme - resti di antiche terme di lusso, ville e moli

Cookie policy

To make this website run properly and to improve your experience, we use cookies. For more detailed information, please check our Cookie Policy.

Choice of cookies on this website

Allow or deny the website to use functional and/or advertising cookies described below:

Settings Accept necessary Accept selected